sabato 22 gennaio 2011

L'APPARTENENZA

Non so cosa dirvi davvero
Tre minuti alla nostra più difficile sfida professionale.
Tutto si decide oggi.
Ora, noi o risorgiamo come squadra o cederemo
Un centimetro alla volta, uno schema dopo l'altro, fino alla disfatta.
Siamo all'inferno adesso, signori miei.
Credetemi...

...E possiamo rimanerci,farci prendere a schiaffi oppure
aprirci la strada lottando verso la luce.
Possiamo scalare le pareti dell'inferno.
Un centimetro alla volta...

...E voglio dirvi una cosa. In ogni scontro
è colui il quale è disposto a morire che guadagnerà un centimetro...

...Ma io non posso obbligarvi a lottare!
Dovete Guardare il compagno che avete accanto!
guardarlo negli negli occhi!
Io scommetto che ci vedrete un uomo determinato a guadagnare terreno con voi!
che ci Vedrete un uomo che si sacrificherà volentieri per questa squadra
consapevole del fatto che quando sarà il momento voi farete lo stesso per lui.
Questo è essere una squadra, signori miei
perciò o noi risorgiamo adesso, come collettivo
o saremo annientati individualmente.
è il football, ragazzi.
È tutto qui.

Discorso alla squadra di Al Pacino (TONY AMATO) in "OGNI MALEDETTA DOMENICA"



Posted by Picasa

1 commento:

  1. "La rattiddara"23 gennaio 2011 00:48

    Bello il senso di appartenenza! Se Dio un giorno, vorrà farmi il dono di avere dei figli spero tanto che imparino un gioco di squadra. Lo sport educa a stare insieme, alla condivisione, al rispetto degli altri, alla leatà, ad avere degli obettivi, a non tradire!
    A me manca tutto questo, anche se devo dire che i miei genitori me lo hanno insegnato comunque. Ciaooooo alla prossima foto-commento

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato un segno del vostro passaggio.